Stampare con granuli senza filamenti è un grande vantaggio economico e non solo

In breve cosa ci differenzia da tutte le stampanti in commercio.

Lavora con granuli come sono in commercio per la pressofusione anche con fibre lunghe. Esistono già stampanti 3d che lavorano con granuli, però hanno problemi con fibre lunghe e poi sono lentissimi.

I granuli possono essere di qualsiasi tipo come PEEK, PPS, PSU; PA;PC, sempre anche con fibre.

Poi abbiamo un´ altissima velocità di stampa, multipla in confronto alle stampanti a filo. Usando granuli con fibre si aumenta notevolmente  la stabilità  del pezzo stampato e si può stampare tutto più sottile. Più sottile vuol dire meno materiale e così si aumenta  ulteriormente la velocità di stampa.

Ottima è anche la saldatura dei singoli strati che dimostra anche l´ottica di alto livello.

Nostra stampante diventa interessante anche per chi stampa con pressofusione quando si tratta di quantità di qualche migliaia di pezzi. Macchine per stampa a pressofusione sono molto care e consumano tantissima energia che deriva dal continuo riscaldare e refrigerare. Da noi il consumo energetico è solo una frazione in confronto alla pressofusione Poi se da un tipo di plastica si vuole cambiare ad un altro tipo di plastica bisogna pulire prima la macchina. Questo da noi è una perdita di tempo irrisoria.

Un esempio di stampato che evidenzia nostra superiorità alle altre tecniche di stampa 3d. Con nostra stampante 3d è possibile di stampare corpi di raffreddamento. Pezzo in foto è stato stampato con la plastica Laticonther 87/28 GR/50, un PC con il 50 % grafite che ci ha fornito la lati.

Un grande vantaggio della nostra stampante 3d è la velocità di lavoro che permette di stampare oltre 1 kg di plastica all´ora. Per questo conviene la stampa di pezzi grandi ed ingombranti. Un problema delle stampanti 3d è il ritiro che avviene già durante lo stampo e deforma il pezzo. Trattandosi di pezzi voluminosi , nostra preferenza si indirizza verso PC rinforzato con fibre al carbonio materiale che durante lo stampo non si ritira, e non serve un vano riscaldato.

 Anche se molto costoso PEEK non è solo una plastica di alto livello, ma si presta benissimo per nostra stampante. Durante lo stampo non dà odori, non dà problemi di umidità, e se viene riscaldato diverse volte, non perde di proprietà. La piastra può essere di alluminio senza trattamento superficiale. PEEK con fibre si ritira poco durante lo stampo, riguardo lo ritiro, PC con fibre è meglio. Stampare PEEK  in un vano riscaldato dà una saldatura migliore.

PEEK è fra le plastiche una delle più care. Nel commercio all´ ingrosso lo si trova , parlando sempre di granuli, al prezzo di 80,00 €/ kg. Se parliamo di filamenti, arriviamo ad un prezzo intorno ai 1.000,00 €/kg

Secondo noi, la stampa con PEEK avrà un mercato molto limitato. Vogliamo solo dire che siamo in grado di stampare PEEK, perché altri si vantano se le loro macchine riescono stampare detta plastica.

Nella foto un pezzo stampato con PEEK con il 10 % di fibre al carbonio. Detto materiale ci ha fornito la Lati, il nome commerciale è Larpeek.

Noi ed altre tecniche di stampa FFF.

Cercando immagini di campioni stampati nel motore di ricerca google troviamo maggiormente oggetti di visione ma non oggetti funzionali. Poi sono forme di fantasia principalmente stampate con le plastiche PLA ed ABS, plastiche non proprio a livello tecnico. A parte di miglioramenti secondari, nella stampa 3d di materie plastiche, negli ultimi anni ad oggi 2017 non sono state fatte  innovazioni di rilievo. Visioni dei notiziari che prognosticavano  che sarà possibile  stampare per esempio pezzi di ricambio come un paraurti erano prematuri. .  Stampare un paraurti con le macchine in commercio era ed è tecnicamente impossibile e antieconomico. Questo vale soprattutto per le plastiche ABS e PLA no. Non solo perché dette plastiche non possiamo considerare tecniche, ma anche perché durante lo stampo si ritirano. Con PC caricato di fibre al carbonio invece stampare oggetti del genere è possibile . Esistono fibre al carbonio che durante il raffreddamento si allungano e si oppongono al ritiro. Per questo, secondo nostra opinione, stampare  l´automobile della Local Motors sulla stampante 3d della  multinazionale Cincinnati Inc. è stato possibile.  La plastica usata = ABS. Solo che ABS non è una plastica tecnica e richiede per avere stabilità grossi spessori che influenzano molto il peso, da escludere per automobili fatti in serie. Poi ABS è una plastica che si fonde già a base temperature. Un´ automobile con i vetri alzati esposta al sole nei paesi arabi si potrebbe anche fondere. Tuttavia, ci sono plastiche ad elevate prestazioni :Si fondono  ad alte temperature, si infiammano ritardati, hanno un´altissima resistenza all´urto  ed un´ottima resilienza e si prestano benissimo non solo per automobili ma anche per l´aeronautica o altri applicazioni selezionati e stanno in concorrenza con l´alluminio. PA ed PC saranno secondo nostra visione le plastiche di maggior uso per l´ottimo rapporto proprietà e prezzo.

Il perchè dell´alta velocità di stampa

A secondo del diametro del ugello abbiamo una quantità  di energia notevole nel sistema qualvolta tanto che dobbiamo raffreddare la piastra di deposito. Stampando particolari di piccoli dimensioni può succedere che lo strato inferiore non si è raffreddato abbastanza  e per la sua fluidità si deforma. Per ovviare a questo abbiamo la possibilità o di andare più lenti o di stampare diversi pezzi contemporaneamente  saltano di continuo da un pezzo all´altro lasciando ad ogni pezzo il tempo di raffreddare. In questo modo nostra stampante è predestinata di stampare pezzi in serie. Il passaggio da un pezzo all´altro non influenza l´ottica degli oggetti perché il distacco ne lascia segni  ne trascina dietro dei fili.

 

 

Nostra stampante, i dati:

Misure delle tre assi: 50 x 50 x 50 cm che equivale alla grandezza massima di stampa 3d. Gli assi sono se necessario facilmente da modificare.  La testata può rimanere tale e quale.  Nel retro della nostra stampa 3d si vede una bombola a gas. Si tratta di una bombola con riempimento argon come viene usato anche per la saldatura nella carpenteria d´acciaio.  Detti gas vengono forniti senza la minima umidità  e ci aiuta a mantenere asciutto il bagno della plastica fluida.  La testata può essere riscaldata a 420 gradi C. A partire da meno di un mm a oltre 5 mm di diametro del ugello tutti i diametri sono possibili.